Laboratorio di lettura poetica e narrativa diretto da Eugenio Allegri

Dal Silenzio al Suono

Laboratorio di lettura poetica e narrativa diretto da Eugenio Allegri

19 febbraio 2021
A fronte della situazione contingente legata all'emergenza sanitaria, ci vediamo costretti a rinviare il Laboratorio Dal Silenzio al Suono del Maestro Eugenio Allegri previsto per fine marzo ad una data da definire.
Se lo desiderate, potete contattarci all'indirizzo email segreteria@estemporanea.eu e riceverete una comunicazione in merito alla programmazione del Laboratorio non appena sarà possibile svolgerlo.


La voce, modulata nei suoi vari registri come uno strumento che segue ed esegue istintivamente un suono combinato ad un certo ritmo, declinato in varie melodie.

Grazie a questo la nostra quotidianità si riempie di bellissime armonie. Ma all'ascolto sono travolte da un'unica tonalità dominante, che molto di più assomiglia al caos delle nostre città cui non resta che opporre, se non il deflagrare dell'urlo, almeno il sopire del silenzio.

Tali armonie, tuttavia, nella voce, sembran destinate a scomparire.
Eppure non vi è letterato, poeta, romanziere o drammaturgo che della silente parola scritta non possa non udire dentro di sé la risonanza e, attraverso questa, l'espressione potente dei pensieri che quella espansione contiene.

Il Lessico, nella parola a voce alta, o risuonata, pone il dicitore di fronte all'autore. Indagare quel lessico, cercare di carpirne i segreti, al limite ricostruirlo in parte, sarà il tema del laboratorio intitolato Dal silenzio al suono".

Semplicemente un percorso espressivo a partire da qualcosa che forse non c'è per arrivare a qualcosa che forse sarà.

Il laboratorio, che si svolgerà da giovedì 25 a domenica 28 marzo 2021, è rivolto a tutti coloro che intendono approfondire il lavoro di espressione vocale attraverso la letteratura e la poesia. Per lo svolgimento del laboratorio è richiesto portare un brano non teatrale di opera edita della lunghezza di una pagina, massimo una pagina e mezza.

Le attività si svolgeranno presso ESTEMPORANEA in Via Mottarone 1 a Torino nel rispetto delle norme vigenti in merito all'emergenza sanitaria Covid-19.

Orari:
giovedì 25/03 dalle ore 19.00 alle ore 21.30
venerdì 26/03 dalle ore 19.00 alle ore 21.30
sabato 27/03 dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00
domenica 28/03 dalle ore 10.00 alle ore 14.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00

Numero massimo 12 partecipanti più uditori.
Verrà rilasciato l'attestato di partecipazione al Corso e, nel caso dovesse risultare necessario a causa delle norme vigenti all'emergenza sanitaria, un permesso per comprovare lo spostamento presso ESTEMPORANEA.
La scadenza per le iscrizioni è domenica 21 marzo; è prevista una caparra di €50 per gli iscritti e l'iscrizione completa da parte degli uditori.
I versamenti dovranno essere effettuati a mezzo bonifico bancario intestato a:
Associazione Culturale ESTEMPORANEA
Banca del Piemonte (filiale di Moncalieri)
IT 67 E 03048 2 000 000 000 0082 993

Il saldo della partecipazione da parte degli allievi effettivi può essere effettuato all'inizio del laboratorio.

Descrizione del programma di lavoro
Presentazione del lavoro
Lettura di una poesia italiana
Regole della lettura ad alta voce: analisi vocale
Il ''problema" delle inflessioni dialettali
Spostamento sillabico: combinazioni, varianti, esperimenti
Lettura ritmica
Esercizi, vocali e di movimento
Lettura di un brano narrativo
Il punto di vista del lettore
La parola e la musica

Curriculum Vitae
Collegno (TO) 1956, Eugenio Allegri partecipa al suo primo stage di commedia dell'arte tenuto in Italia nel 1978 da Jacques Lecoq e si diploma nel 1979 alla Scuola di Teatro Alessandra Galante Garrone di Bologna. Come attore inizia l'attività professionistica con i Dialoghi di Ruzante, diretto, in Italia, da Francesco Macedonio e Jacques Lecoq. Nel 1981 partecipa allo spettacolo del Teatro Stabile di Torino L'opera dello Sghignazzo, scritto e diretto da Dario Fo. Dal 1982 al 1984 entra a far parte del Tag Teatro di Venezia, la più importante compagnia italiana di Commedia dell'Arte, diretta da Carlo Boso: con la maschera di Arlecchino sarà in tournée per due anni in tutta Europa.
Nel 1986 è chiamato da Leo De Berardinis per partecipare a molti dei suoi spettacoli, ultimo sarà Ha ‘da passà a nuttata, dall'opera di Eduardo De Filippo, Premio UBU come miglior spettacolo italiano del 1990.
Nel 1994, Alessandro Baricco, scrive per Eugenio Allegri, Novecento: lo spettacolo, diretto da Gabriele Vacis, diverrà, in Italia, un grande successo e da questo momento Allegri viene riconosciuto come uno dei più ammirati interpreti del teatro italiano contemporaneo, protagonista di innumerevoli ed importanti produzioni di prestigiosi teatri nazionali quali il Teatro Stabile di Genova, il Teatro dell'Archivolto, l'ERT Emilia Romagna Teatro e di straordinarie performances di solista sia di testi classici che contemporanei. Parallelamente all'attività di attore Allegri sviluppa l'attività di drammaturgo e regista scrivendo e dirigendo tra il 1986 e il 1997 scenari di commedia dell'arte per alcune giovani compagnie italiane. Nel 1998 è regista del Re cervo di Carlo Gozzi, prodotto dal Teatro Stabile di Venezia e negli anni successivi mette in scena o interpreta testi di Molière, Boumarchais, Bertold Brecht, Peter Weiss, Giovanni Testori e adattamenti da Primo Levi, Dino Buzzati, Umberto Eco e altri grandi scrittori italiani. Nell'ottobre 2017 debutta al Theatre de Renelaghe di Parigi La parole du silence di e con Elena Serra, di cui Allegri è regista. Nel frattempo, l'8 giugno 2016 erano iniziate a Torino le prove di Mistero Buffo di Dario Fo, di cui Allegri è il regista e Matthias Martelli il giovane interprete, per la messa in scena del capolavoro del grande attore italiano premio Nobel nel 1997. Mistero Buffo ha debuttato con successo alle Fonderie Limone di Torino il 6 febbraio 2018, prodotto dal Teatro Stabile di Torino. Nel luglio del 2019 debutta in Nati sotto contraria stella scritto e diretto da Leo Muscato con il quale due anni prima aveva partecipato a Il nome della rosa. Nella sua carriera Allegri ha preso parte a film, a trasmissioni e sceneggiati televisivi e ha collaborato con molti musicisti e formazioni musicali di fama nazionale ed internazionale: Alberto Borsari, Maurizio Marrani, Pierluigi Petroniro, Trio Diaghilev, Candy Smith, Daniele Sepe, Ramberto Ciammarughi, Daniele Di Bonaventura, Fabio Gurian, Ares Tavolazzi, Stefano Cocco Cantini, Banda Osiris, Les Nuages Ensemble, Xenia Ensemble, e altri. Dal 2015 è direttore del Teatro Fonderia Leopolda di Follonica, in Toscana.



Pagina generata in 0.23529195785522 secondi